Se ne parla tanto: cosa è corretto fare, cosa è meglio non fare, cosa assolutissimamente non fare. Ovvero, quali sono le regole dell'educazione della blogosphera

    Quello che vi presento non è un elenco esaustivo, ma un concentrato di buone pratiche che ho tratto da wikipedia, da altri blog, dalla mia esperienza. Pratiche che, diciamolo, valgono non solo nella blogosphera, ma anche nella quotidianità! ;)













      Questa è la regola fondamentale, non solo nella blogosphera, ma ovunque. In particolare, bisogna ricordare che dietro ogni blog c'è sempre un individuo che, come noi, merita rispetto. La buona educazione non va dimenticata solo perchè ci troviamo dietro ad un pc. Anzi, a volte ci vuole ancora più tatto ed educazione, perchè nei rapporti 2.0 manca un tipo di comunicazione importantissimo: la comunicazione non verbale che, a volte, esprime molto più di mille parole e tramette infinitamente più messaggi rispetto ai dialoghi che facciamo. Quindi: rispetto e buona educazione. Sempre e comunque.










      Diretta conseguenza della prima regola è questa: voi, quando entrate in casa di qualcuno vi sbragate sul divano, urlate e vi comportate in maniera offensiva? No, vero? Perchè siamo persone educate e lo siamo anche sul web. I nostri blog sono le nostre casette, e tutte le persone educate chiedono permesso quando entrano in una casa non loro. Commenti anonimi, offensivi, negativi per il puro gusto della negatività, non portano da nessuna parte. Chi semina vento, raccoglie tempesta. Con la gentilezza, il rispetto e l'educazione, invece, si coltivano i rapporti, che possono anche trasformarsi da virtuali a reali.


       






      Se scriviamo un post e inseriamo testi provenienti da altre fonti, citiamole e aggiungiamo un bel link. La condivisione è l'anima del web 2.0: l'autore ve ne sarà riconoscente e magari si "sdebiterà" nominando a sua volta il vostro blog. In questo modo tutti usufruiranno di un po' di visibilità in più! ;)









        Prendere a modello un blog che ci piace per lo stile, la grafica, i contenuti è un'ottima cosa. Ognuno di noi ha sempre da imparare dall'altro, soprattutto all'inizio della nostra avventura nella blogosphera. Non cadiamo, però, nel tunnel di escludere dalle nostre letture alcuni blog talentuosi solo perchè ci paiono più belli dei nostri, ed i nostri un rospo al confronto, oppure perchè abbiamo l'idea che ci possano "rubare" followers!! 
        L'invidia in senso sano porta a migliorarci, ci stimola a cambiare a imparare sempre più. Se entriamo nel tunnel dell'invidia cattiva, invece, ci saturiamo di negatività, ci precludiamo incontri e scambi creativi e, sostanzialmente, ci isoliamo. E invece cos'è il web 2.0? Condivisione! (vi uscirà dalle orecchie al termine di questo post).


           






          Stesso discorso fatto per i testi: se usiamo un'immagine non nostra all'interno di un post, segnaliamo con un bel link dove l'abbiamo trovata. E non facciamo i furbi: non scriviamo solo "immagini via pinterest" o "immagini via google". Sbattiamoci un po' e cerchiamo la fonte originale. Se non la troviamo, e vogliamo postare lo stesso l'immagine, segnaliamo che non abbiamo trovato la fonte, magari qualcuno ce la indicherà e potremo rimediare.




           




          Cerchiamo di visitare i blog che vengono a trovarci e di lasciare un commento. Rispondiamo ai commenti che vengono postati sul nostro blog, principalmente se sono delle domande. Come fa piacere a noi ricevere visite, è giusto anche visitare chi viene a trovarci. Ora, io so che questo ultimo aspetto è molto difficile per questioni di tempo. Lavoro, famiglia, casa, blog, progetti extra: tutte noi abbiamo una vita intensa e molto poco tempo, lo so. Io consiglio di non lasciarsi prendere dall'ansia di rispondere: ricordiamo però chi viene a trovarci e cerchiamo, in qualche modo, di contraccambiare, magari anche tramite un "ciao" o un pollice in alto su Facebook o un cuoricino su Instagram. Facciamo sentire che ci siamo, in qualche modo, e che siamo grati del fatto che quella persona è venuta a trovarci e ha speso il suo tempo (anch'esso prezioso) sul nostro blog.



          Ecco, questa è la prima parte delle regole di blogetiquette che ho raccolto per noi: per me e per voi. Spero di esservi stata utile!

           
          Top