Buon lunedì!
Oggi per la rubrica


vi propongo l'intervista (doppia) a
Mari di MariCrea e

in merito al loro libro



Happy Monday!
Today for the
Interview with the stylist
I will share with you the double interview with
Mari of MariCrea and
 about their beautiful book


 

Questo libro nasce dalla collaborazione tra le due blogger, che hanno girato l'Italia "a caccia" di case e dimore dall'ambientazione shabby chic!
E' la prima pubblicazione di questo genere in italiano
e nasce proprio da due blogger appassionate dello shabby chic;
io trovo sia un bellissimo esempio di cosa la passione per gli stessi temi, l'amicizia che ne nasce, e la
condivisione tra blogger può realizzare!

This book is born thanks to the collaboration between the two blogger,
who travelled around Italy taking pictures of shabby chic houses.
It is the first pubblication of this kind in italian and the good thing
about it is that is born thanks to two shabby chic passionate bloggers.
I think it is a good example of what passion for the same things, the friendship that it generates and the willing of collaborate can make!




 MY INTERVIEW WITH MARI AND CINZIA

ME: Come è nata l'idea di un libro dedicato allo stile shabby in Italia?

MARI: A me l'idea è venuta tornando da un viaggio dopo aver fotografato un atelier molto scenografico. Le foto mi sembravano molto belle e mi sono detta che avrebbero potuto essere pubblicate e soprattutto che in italiano e dedicato all' Italia, ancora non esisteva un libro sullo stile shabby chic.
Visto che non mi sentivo in grado di fare tutto da sola, ho pensato a qualcuno che potesse essere affine a me come gusti e con cui avrei lavorato molto bene, ed è per questo che mi sono rivolta a Cinzia.


CINZIA: L'idea è nata dalla semplice constatazione che, nonostante il crescente interesse del pubblico nostrano per questo stile, non esistevano pubblicazioni in lingua italiana sull'argomento.
Il nostro intento iniziale è stato quello di colmare una lacuna, raccogliendo in un'opera il nostro comune bagaglio di esperienza, maturato anche curando i nostri blog con articoli e ricerche dedicati allo shabby chic.


ME: How is the idea of a book dedicated to shabby chic in Italy born?

MARI: I've got the idea after taking pictures of a really scenographic atelier. I've told to myself that the pictures were really nice and that could be published. Also I thought that in Italy there still were not a book dedicated to the shabby chic style. As I felt I did not want to make this all alone, I thought to ask the collaboration of someone really near to my tastes, someone whit whom I could work together, and so I asked Cinzia to collaborate with me.

CINZIA: The idea was born simply realising that, even if in Italy there is a crescent interest in shabby chic, there were not italian pubblications about this style. Our initial intent was to fill this gap, thanks to the experience matured writting for our blogs posts and posts about shabby chic.




ME: Come vi siete conosciute e come avete deciso di collaborare per realizzare questo libro?


MARI: Ci eravamo conosciute tramite il blog. Avevo visto sul blog di Cinzia un post che mi aveva colpito e le avevo chiesto le foto della sua bella casa da pubblicare sul mio blog. Poi, parlando per telefono, è scattato subito un ottimo feeling. 

CINZIA: Ho conosciuto Mari grazie alla sua rubrica "fotografa la tua casa": le ho inviato le foto di casa mia e poi abbiamo scoperto di avere molte cose in comune, gli stessi gusti e le stesse passioni per la decorazione, la fotografia e lo stile shabby chic, naturalmente.
L'idea del libro è nata per caso, ma si trattava solo di un'idea nebulosa, quasi un desiderio espresso ad alta voce. A dire il vero ero piuttosto scettica: troppe volte, nella mia esperienza professionale, ho dovuto accantonare progetti interessanti per la mancanza di disponibilità e affinità dei partners che avevo scelto. Con Mari è stato tutto molto semplice: c'erano la volontà e la determinazione da parte di entrambe, unite a stima e rispetto reciproco.


ME: How did you meet and decide to collaborate for realising this book?

MARI: We met thanks to our blogs. I saw some Cinzia'home pictures on her blog, and asked her the permission to post them on my blog too. Then, talking by phone, a good feeling is immediately born beteen us.

CINZIA: I met Cinzia thanks to her "Take pictures of your home" column: I sent to her some of my home's pictures and then we discovered we had a lot in common: same passion for deco, photography and, of course, shabby chic style. The idea of the book was originally just a dream, like a inner desire expressed aloud. To say the truth, I was quite sceptical about this project: too many times in my professional career I had to left projects because of the lack of disponibility and affinity with the people I've chose to work with. But with Mari it all has been so simple: we were both determinated and had a strong will to work on this book. Moreover we respect us a lot.





ME: Qual'è stata la parte più interessante di quest'avventura editoriale?

MARI: Per me sicuramente la possibilità di girare per l'Italia, conoscere tante persone gradevolissime, entrare in case molto belle e soprattutto scattare tante, tantissime fotografie.

CINZIA: Indubbiamente la parte dedicata agli scatti nelle case, forse la più creativa e dinamica.


ME: What has been the most interesting part of this editorial adventure?

MARI: To me, the possibility of travelling around Italy, knowing a lot of beautiful people, discovering amazing houses and taking a lot, lot of pictures.

CINZIA: Without any doubts, taking pictures of the houses has been the most creative and dinamic part of our adventure.
 



ME: Infine, se ne parla molto, ma molti ancora non sanno bene cosa sia, per cui chiedo a voi: Cos'è per voi lo stile shabby?

MARI: Io credo che la bellezza di questo stile è la libertà che ti da e la possibilità di creare qualcosa di unico. A differenza dell'arredamento in serie, l'oggetto recuperato nei mercatini, nei centri raccolta, nelle soffitte o peggio dai cassonetti, pur trattato in modo simile ad altri è un esemplare unico, non è fatto in serie ed ha una storia.
Inoltre le case arredate con questo stile sono, al contrario di quanto si creda, molto pratiche perchè non temono macchie ed usura...anzi i segni del tempo e dell'uso le rendono ancora più belle.


CINZIA: Lo shabby chic, prima di essere uno stile di arredamento è, secondo me, una filosofia di vita, basata sulla semplicità, sul recupero delle cose che hanno un vissuto. Potrebbe essere definito uno stile "tradizionale" derivato dal "country": in realtà ritengo che sia uno stile molto moderno, al passo con i tempi, soprattutto in questo periodo di crisi, perchè ci permette di arredare le nostre case con una spesa contenuta.

ME: Last question, many people talk about shabby chic even if somebody still does not know what it it. So I ask to you: what is shabby chic in your opinion?

MARI: I think that the beauty of this style, is that it gives you the possibility to create something unique. The objects found at the antique markets, in the cellars and even at the garbage centres, are unique, they tell a history.
Moreover houses decorate with this style are, on the contrary of someone can think, very practical because they do not fear wear or spots...in fact they can just become more beautiful because of the signs of time passing by.

CINZIA: The shabby chic style is more of an interior design style, is in my opinion a way of life based on simplicity, on re-using old things. It could be defined as a traditional style originated from country style: it is indeed a very modern style, I think. Absolutely up-to-date, especially during this crisis period, because it allows you to decorate your home on a budget.


all images from the FB page "La Magia del Bianco"


Grazie Mari e grazie Cinzia per questa intervista!
Se siete interressati a "La Magia del Bianco"
trovate tutte le possibilità di acquisto
QUI 

Thanks Mari and thanks Cinzia for this interview!
If you want to buy "La Magia del Bianco",
you will find all the addresses
HERE 


NB: piccola nota a margine di quest'intervista
So che molte di voi sono a conoscenza della 
breve polemica nata qualche tempo fa'. 
Non entro nei dettagli,  
io rispetto il lavoro di TUTTI.
E sono felice di condividere
i progetti interessanti e sostenere
la collaborazione tra blogger, come
ho sempre fatto. 
  
 
Top