Io sono una persona di poche parole, perchè preferisco i fatti,
sono più veritieri e più densi di significato.
Se a volte sembro silenziosa, non è che non ho
niente da dire, semplicemente sono una brava ascoltatrice.
E mi ricordo quello che le persone mi dicono,
perchè quando parlano io le ASCOLTO, non faccio sì, sì con la testa
pensando ai fatti miei.
Io amo le novità, i cambiamenti, i ribaltamenti:
adoro lavorare a progetti nuovi, adoro quello sfarfallio nello stomaco
e quel sorriso che mi compare negli occhi quando faccio qualcosa che amo.
Nella testa macino migliaia di idee e sono curiosa di tutto:
è una cosa che voglio che anche i miei figli imparino.
Io non sopporto l'arroganza dell'ignoranza.
Io sono minuta e dall'aspetto ancora fanciullesco.
Eppure ho grinta da vendere, non mi abbatto, nè mi spezzo:
sì, io ho i cosiddetti. 
Io sono sempre stata un'ottimista.
Io ho 34 anni e vado in giro con la cresta in testa.
Io sorrido sempre, anche con gli occhi, penso sia il modo migliore
di accogliere le altre persone.
Io pratico il karate... da un po' di anni...
Io amo viaggiare, vedere posti nuovi, imparare da culture diverse.
Non cerco hotel comodi o villeggiature di lusso:
dal viaggio cerco altro: avventura, scoperta, conoscenza. 
Mi piacciono vestiti, scarpe, trucchi e parrucchi,
ma non sono il centro della mia vita.
Io sono sempre stata un bastian contrario:
adoro lo spirito della contraddizione.
Io non possiedo nè l'I-Phone, nè l'I-Pad
... però ho un sacco di libri.
Io sono molto sensibile ed empatica: capisco le persone a pelle, e ci azzecco quasi sempre.
Io sono rock. 
Io ammiro chi si da da fare, non chi si piange addosso.
Io sono la non-cuoca.
Io sono la bambina che giocava nel bosco, che beveva il latte appena munto,
che raccoglieva le uova fresche, che andava a funghi e che faceva scorpacciate di frutti di bosco. Io conosco i vari profumi del fieno, e so cosa vuol dire fare la legna per l'inverno. Ho avuto, ed ho tuttora, un contatto molto diretto con la natura, e mi è sempre sembrata la cosa più scontata del mondo: invece mi rendo conto di essere fortunata.





Io sono io: questa sono (in parte) io.

 
Top